Il suo nome evoca i ricordi dei libri di storia studiati a scuola: Massawa era il porto più importante delle colonie. Vederla così, addormentata, spezza in qualche modo una immagine. La città fantasma si risveglia solo di notte, destandosi dal caldo afoso.

Il vecchio treno a vapore costruito dagli Italiani all’inizio del ‘900, recentemente restaurato e rimesso in funzione, vi porterà verso emozioni e paesaggi unici.

Lalibela, la Gerusalemme d’Africa, vive giorni di festa e di grande religiosità in occasione del Natale copto. Migliaia di fedeli fanno visita alle splendide chiese scavate nella roccia, in preghiera, digiunando e cantando insieme.

Un rituale che a noi occidentali sembra terribile e privo di senso, crudele e inumano. Eppure, per le donne Hamer, in Etiopia, essere frustate dagli uomini durante i festeggiamenti che precedono la cerimonia del salto del toro è motivo di vanto. E’ un segno di attaccamento alla tribù e di affetto nei confronti di chi effettua il passaggio all’età adulta. Inoltre è testimonianza della capacità di sopportare il dolore. A noi non resta che guardare, ammirare la loro capacità di resistere alla sofferenza e cercare di comprenderne i motivi, senza giudicare.